sabato, aprile 9

Rossi prova la mille a Jerez.



Rossi ha provato la mille a Jerez, e io sono perplesso: trattasi di svolta epocale o di sterile pugnetta ? Mi ricordo un giorno simile a questo, di qualche anno fa: e se oggi mi metto a tirare il mio bilancio di appassionato, da quel giorno in poi, traggo un mezzo fallimento.
Purtroppo per me, la mille 2012 di Rossi è una delle moto che potrebbero "terminare" la Superbike per come è oggi. La Dorna ha scelto la via più facile per salvare da morte sicura il motomondiale, e la  conseguenza di questa mossa, cioè affidarsi a motori derivati dalla produzione, la vedremo nel ridimensionarsi del WSBK attuale.
In culo ai prototipi puri dunque, che presto spariranno  dalla circolazione, sebbene il regolamento permetterebbe loro di correre ancora con cilindrata 800cc.
Ora si aspettano le reazioni della infront, prorietaria del mondiale Superbike. Per quanto ne so, nel caso della Moto2 i Flammini non opposero resistenza in quanto la categoria sarebbe stata (come infatti è accaduto) monomotore. Ora, credo , sarà diverso.
Nel frattempo, come detto , Rossi gira e rigira (sui tempi non si sa nulla al momento, pare che il test cerchi di trovare una prima via di mezzo tra prestazioni e consumi) .
Sabato toccherà ad Hayden, e presto, anzi prestissimo si daranno da fare anche Honda e Yamaha, e magari Kawa e Suzuki. Il rischio che corre il mondiale Superbike è quello di vedersi ridimensionato da partenze eccellenti e da arrivi meno numerosi e meno "professionali". Con qualche soldino in più , e  prendendo paghe più consistenti, TenKate, per fare un nome, potrebbe scavalcare la barricata ed ottenere un mucchio di visibilità .
BMW , che ha il motore bello che pronto, potrebbe decidere di mollare il WSBK , dove non vince niente, ed andare a perdere dall' altra parte.  La Ducati "ufficiale" si è già organizzata in tal senso, a giudicare dall' eutanasia impressa al fu team Xerox . Il "guaio" è che l' entropia in genera crea gare interessanti, tira fuori volti nuovi, popola la pista, e alla fine potrebbe funzionare. Tutt' è capire se può starmi bene, se questo appassionato  con  la memoria storica ci guadagna, oppure ci rimette. Le gare delle derivate "vere" saranno belle e combattute lo stesso, ma potrebbe tornare i tempi eroici, con coperture televisive approssimative e piloti meno noti, e scuderie con budget  di paese. Insomma, guarda caso tornerebbe alle sue origini. Mentre le classe regina, che compulsivamente si prepara al dopo Rossi cercando gare più iinteressanti ( possibilmente asciutte)  potrebbe funzionare: pur di ricordarsi che i prototipi non esistono più

1 commento :

polemicaMente ha detto...

Dicansi: Marchettone pubblicitario (vedi moto bella rossa e piena di sponsor e non anonimamente nero carbonio come sarebbe di rigore per un test) commissionato ad arte dall'ufficio stampa con annesse dichiarazioni ad arte dei piloti (quindi inutili).
Figuriamoci se Hayden e Rossi possano dire a noi semplici utenti e giapponesi dalle antenne dritte cosa funziona e cosa non funziona in questo prototipo.
Nessuna foto in HiDe, niente tempi e tantomeno video da cui si possa capire qualcosa di utile, ovviamente, non fanno vedere e quindi capire nulla.
Conrdo quindi per la "sterile pugnetta" pubblicitaria per far contenti i sigarettai svizzeri e i vertici bolognesi,


Articoli correlati per categorie